iOS 7 e l'addio allo skeumorfismo…

giu

13

iOS 7 e l'addio allo skeumorfismo…

ios7-phones

C’era una volta Steve Jobs e lo skeumorfismo ovvero la mania di simulare il reale nelle interfacce grafiche dei computer e dei telefoni.

Il guru Steve era molto legato a questo stile che gli aveva portato molta fortuna quando aveva preso il suo brutto anatroccolo NeXTSTEP e lo aveva fatto diventare il cigno OS-X ovvero il sistema operativo della riscossa.

In Apple da tempo si voleva abbandonare questo stile. Il tutto cominciò quando la Microsoft, sull’orlo dell’abisso stando alla stampa specializzata, in piena salute stando a  Steve Ballmer (e le trimestrali allora davano ragione a Ballmer) fece uscire Windows Phone 7 di fatto sdoganando lo “stile piatto”. Era la fine del 2010 e, mentre android dal punto di vista del design era (volutamente) una copia di iOS, la Microsoft doveva inventarsi qualcosa sul fronte mobile dato che era rimasta parecchio indietro rispetto ai concorrenti.

Al solito, messa alle strette, Microsoft da il meglio e si inventa (azzardando molto) un paradigma ed uno stile grafico completamente differente. Tutto è semplice, senza effetti, piatto e con pochi fronzoli. Al massimo si punta sulle animazioni. In parole povere si passa dallo skeumorfismo al flat design.

Android si adatta subito e, pur non cedendo alle “tile” con la versione 4 rende piatto tutto quello che può. Apple aspetta un po e finalmente cede con iOS7.

Lo fa alla sua maniera creando una interfaccia molto elegante e funzionale, ma di fatto copiando umilmente Android 4 (soprattutto le sua personalizzazioni per l’S4) e lo stile iperpiatto di Microsoft, come fanno notare giustamente molti blog specializzati.

Benissimo Apple, un bagno di umiltà fa sempre bene, ma il problema è: iOS 7 sarà sufficiente a fermare l’orda androidiana? A mio parere no, e nemmeno il Mac pro con 12 core e 2 GPU (ci sono così tanti nerd ancora in giro?). La lotta è sugli smartphone ed Apple non esce con qualcosa di veramente innovativo da un po’ di anni e lo deve fare in fretta…

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Solve : *
14 − 13 =