fbpx

Crediti d’imposta per incentivare la digitalizzazione e l’Industria 4.0 nel biennio 2020-2021

gen

10

Crediti d’imposta per incentivare la digitalizzazione e l’Industria 4.0 nel biennio 2020-2021

Vuoi rinnovare il tuo hardware o il tuo software? Hai in programma progetti per l’Industria 4.0?

Nella nuova legge finanziaria ci sono novità in vista per gli imprenditori che volessero rinnovare la dotazione hardware o software della propria azienda: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2020 (scaricabile in pdf cliccando qui), sono stati resi noti i nuovi incentivi per l’acquisto di beni strumentali.

Il vecchio super ammortamento viene sostituito da un credito d’imposta del 6% valido per gli acquisti di beni strumentali effettuati dal 1 gennaio 2020 al 30 giugno 2021, a condizione che entro il 31 dicembre 2020 l’ordine venga accettato dal fornitore e venga versato un acconto pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione.

L’iper ammortamento, invece, diventerà un credito d’imposta per gli investimenti in beni 4.0 suddiviso in questo modo:

  • nella misura del 40% del costo di acquisto per gli investimenti fino a 2.5 milioni di euro
  • nella misura del 20% per gli investimenti da 2,5 a 10 milioni di euro (limite massimo ammissibile)

Il credito d’imposta (che per i beni immateriali è stato fissato al 15%), può essere fruito in cinque anni a decorrere dall’anno in successivo a quello di entrata in funzione dei beni, ad eccezione dei software il cui periodo è ridotto a tre anni.

È il momento giusto per rinnovare il software e l’hardware aziendale o per pianificare investimenti digitali in ambito produzione. Hai dei dubbi o desideri una consulenza personalizzata? Contattaci!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Solve : *
26 ⁄ 13 =